angel-motif

Rapporto Potenzialita’ Economia Verde in Danimarca per Imprenditori Veneti

Illustrissimo Popolo della nostra Serenissima Repubblica, come vostro Venetian Ambassador in Danimarca sono lieto di mandarvi questo primo rapporto, augurandomi possa attirare interesse e investimenti da parte di imprenditori veneti:

La Danimarca sta emergendo in modo strabiliante dalle nuove praterie della green economy e pochi lo sanno. Per questo e’ importante contare su una rete di contatti capillare come quella che VA sta consolidando anche quassu’. Occorre che noi Veneti ritroviamo lo spirito d’innovazione e l’immensa curiosita’ che fecero dei nostri antenati dei mercanti e degli esploratori di livello eccezionale per secoli

Ma prima una piccola introduzione:

Occorre sapere che nei paesi Scandinavi la penetrazione commerciale avviene tramite networking. Se si vuole avere successo bisogna venire presentati tramite networks, che di solito sono composti da pools di aziende oppure enti comunali o statali, prima di cominciare qualsiasi attività.

Vige la mentalità dello sharing; in pratica tramite i vari networks si creano e si condividono attività, conoscenze, esperienze e mercato, si fa squadra. In effetti la stessa parola concorrenza trova difficile collocamento vista la disposizione mentale a creare una specie di ” monopolio”.

Io attualmente faccio parte di diversi di questi network e, come servizio di VA, posso metterli tranquillamente a disposizione degli imprenditori veneti visto l’interesse e la novità delle tecnologie che sono gia’ a disposizione in Veneto e che sicuramente troveranno spazio e di conseguenza riscontro nel mercato nordico.

Ed ecco alcuni dati che assieme ai miei collaboratori crediamo possano essere di sicuro appeal:

1) Relativamente al settore ambientale ed in particolare per il settore dei rifiuti posso anticipare che in Danimarca non viene ancora fatta la raccolta differenziata. Si potrebbe creare una partnership con le aziende locali e proporre un progetto che preveda la raccolta il recupero il trattamento ed il riciclaggio di alcune tipologie di rifiuto che ad oggi non viene fatto (ad esempio carta e cartone, plastica, metallo, ecc.

2)Per quanto riguarda il settore sanitario e il Waste Infectious Treatment, crediamo che sia sicuramente un’attivita’ interessantissima visto la soluzione che offre per i rifiuti tossici ospedalieri, i quali ormai in tutta Europa devono per legge essere trattati in maniera molto efficace e sicura.

Il Governo Danese ha programmato una spesa di 9.8 Miliardi DKK Corone danesi corrispondenti ad € 1.313.250.000 circa per la ristrutturazione dei nosocomi ospedalieri inizialmente nell’isola di Sjellandia, l’isola dove si trova Copenhagen, e poi nel restante territorio danese per i prossimi 5 – 8 anni. Tale tecnologia, gia’ offerta da aziende innovative venete, si potrebbe installare presso gli enti ospedalieri o addirittura si potrebbe studiare assieme alle autorità del luogo un grande Centro Smaltimento che potrebbe servire diverse realtà ospedaliere.

Noi abbiamo valutato entrambe le soluzioni e crediamo siano entrambe valide. Naturalmente l’aspetto politico della scelta sarà importantissimo vista l’opportunità di avere tecnologie di avanguardia e l’opzione di nuovi posti di lavoro che in periodo di crisi fanno molto comodo sia alle comunità del luogo che al mondo politico stesso. In questo ambito si conterà su Network quali l’Associazione delle Industrie Danesi e relativi uffici o i Nework Areali /Territoriali a seconda del tipo di organizzazione in loco.

Naturalmente io considererei anche la possibilità di studiare l’installazione e conseguente creazione di posti di lavoro in aree piu’ depresse del territorio danese, non solo in quelle piu’ avanzate come l’isola della capitale.

3) Per quanto riguarda la mobilità elettrica, crediamo ci possano essere le condizioni migliori per promuovere gli scooter elettrici abbinati alle stazioni di ricarica con le centraline.

4) Nel campo delle energie rinnovabili non credo ci possano essere grandi opportunità per il fotovoltaico ma ci potrebbero essere nel settore del risparmio energetico con la tecnologia a LED dove ho visto avete un catalogo molto interessante e completo.

La nostra proposta è di creare una società in loco che possa promuovere le tecnologie venete direttamente quassu’ ed il mio consiglio va verso la creazione di una società di capitali detta APS che qui si può costituire con la modica cifra di 1 DKK che corrisponderebbe a 0,13€. In più si ha la possibilità di accantonare per 2 anni la cifra necessaria a perfezionare la società a livello finanziario, pe runa cifra fino a 58.000 DKK corrispondenti a circa €8.000.

Tale società avrebbe tutte le garanzie gestionali e di responsabilità di una società di capitali ed avrebbe l’opportunità di crescere fino a corporate senza che si richieda alcun cambiamento statutario.

Cosa molto importante la tassazione dei ricavi non potrà MAI essere superiore al 25%. La legge da addirittura l’opportunità di creare nell’ambito della corporation la possibilità di una realtà finanziaria dove far confluire gli utili non distribuiti ma destinati al fondo della finanziaria per poter così acquisire una certa indipendenza dal mercato bancario visti i chiari di luna dei giorni nostri.

I nostri commercialisti danesi sono gia’ a disposizione per imprenditori veneti presentati direttamente da VA. Abbiamo consulenti nei Boards delle più importanti aziende scandinave nonche’ ottimi rapporti con il Governo Danese. I nostri commercialisti sono a disposizione nell’assisetre gli start-ups di imprenditori veneti, portando le loro conoscenze tecnico legislative e il relativo network professionale.

Possono trovare anche eventuali Investors come Financial Partners della società che si intende costituire.

L’ambito di intervento potra’ essere quindi la Danimarca, la Norvegia, la Svezia con la possibilità, visti i contatti, di penetrare anche la Finlandia.

Penso che l’opportunità di creare questa nuova struttura rappresenti per gli imprenditori della nostra adorata Repubblica la possibilità di avere una base operativa in loco (ad un costo irrisorio) in grado di dare visibilità internazionale in modo autonomo alle eccellenti capacita’ dei Veneti, troppo spesso penalizzate dall’inefficiente rappresentanza diplomatica italiana .

Come sapete, qui le Istituzioni funzionano e le Leggi sono ben applicate. I costi della burocrazia sono chiari ed il tutto funziona via telematica con supporto delle autorità che con le aziende hanno una politica ”amichevole” visto l’interesse sociale che ricoproco.

Spero di essere stato esaustivo e chiaro in questo mio rapporto iniziale e spero ci sia la disponibilità di investire nel mercato Scandinavo dove infrastrutture e nuove ”Green Technologies ” sono più che benvenute.

Vi saluto tutti cordialmente e resto a vostra disposizione per qualsiasi informazione vi possa servire.

VI ses i Danmark!

stefano-nicoletto

Stefano Nicoletto, Venetian Ambassador in Denmark

Kopenaghen, December 16th , 2014

DESTINATARIO: IL POPOLO DELLA REPUBBLICA VENETA

OGGETTO: RAPPORTO POTENZIALITA’ GREEN ECONOMY IN DANIMARCA PER IMPRENDITORI VENETI/01

MITTENTE: Stefano Nicoletto, Ambasciatore Veneto in Danimarca

LOCALITA’: Copenhagen

DATA: 16 dicembre 2014

One thought on “Rapporto Potenzialita’ Economia Verde in Danimarca per Imprenditori Veneti

  1. Mr WordPress scrive:

    Hi, this is a comment.
    To delete a comment, just log in and view the post's comments. There you will have the option to edit or delete them.

Comments are closed.